Manutenzione macchina da caffè: tutto quello che devi sapere
Manutenzione macchina da caffe: tutto quello che devi sapere

Manutenzione macchina da caffè: tutto quello che devi sapere. Al mattino o in qualsiasi momento della giornata, non c’è niente di più appagante di una buona tazzina di caffè. Con il suo aroma inconfondibile e la sua carica, ci aiuta ad affrontare il lavoro e gli impegni quotidiani, a patto però, che sia preparata con una macchina da caffè adeguatamente curata e pulita in modo scrupoloso.

 

Leggi anche: “Come utilizzare i fondi di caffè

 

Come decalcificare la macchina del caffè

Il principale nemico di qualsiasi macchina da caffè è il calcare, responsabile della durezza dell’acqua utilizzata e delle incrostazioni nei circuiti idraulici. Questo causa ovviamente dei malfunzionamenti, ma anche un peggioramento della qualità del caffè.

Spesso, purtroppo, si sottovaluta l’importanza di una corretta pulizia periodica, lasciando che la macchina perda di efficacia, specialmente nell’erogazione del caffè e dell’acqua, dovuta proprio all’eccesso di calcare. Quest’ultimo ha origine infatti dall’eccesso di sedimentazione di sali di calcio e magnesio, che provocano rumori sospetti e danno vita a bevande dal sapore alquanto discutibile. In questi casi occorre quindi decalcificare la macchina del caffè: esistono vari metodi per farlo, sia anticalcare specifici che completamente naturali.

 

Kit decalcificanti

Prima di organizzarti per la pulizia della macchina da caffè, controlla sempre se per il tuo modello esistono prodotti specifici, come kit decalcificanti o filtri per evitare la formazione del calcare al suo interno. Una volta acquistati, occorre svuotare la macchinetta, togliendo le capsule o le cialde dal porta-cialde e l’acqua dal serbatoio, per poi riempirlo con il prodotto e procedere come se si stesse preparando il caffè. Bisogno poi posizionare un recipiente e controllare le dosi corrette del decalcificante prima di premere il bottone; svuotare infine il serbatoio e riempirlo nuovamente soltanto con acqua. Controlla sempre le istruzioni per capire se quest’ultima abbia un programma di decalcificazione o di pulizia automatica.

 

Acqua e aceto

La decalcificazione può essere effettuata anche con prodotti naturali, inserendo nella vaschetta dell’acqua una soluzione con due terzi di acqua e un terzo di aceto bianco e poi attivando la macchina, come per preparare un normale caffè. Verrà emesso un liquido leggermente opaco, a significare proprio che la soluzione sta eliminando il calcare in circolo. Prima di preparare il caffè, inoltre, occorre mettere in funzione la macchina solo con l’acqua per due o tre volte, finché non uscirà un espresso completamente trasparente. Una procedura che è consigliata effettuare circa una volta al mese, oppure ogni due mesi se si fa un uso più sporadico della macchinetta. Si tratta di una procedura di decalcificazione economica ed ecosostenibile, perfetta anche per la pulizia di altri elettrodomestici. Un’altra soluzione naturale è il bicarbonato e l’acido citrico, quest’ultimo da utilizzare però con maggiore cautela per la sua più alta irritabilità nei confronti della pelle.

 

Come pulire l’erogatore e il resto della macchina da caffè

È molto importante dedicare del tempo prezioso anche alle altre parti smontabili della macchina, ad esempio l’erogatore e il contenitore del latte. È infatti necessario pulire in modo accurato anche queste componenti poiché la parte grassa del latte, paragonabile al calcare, lascia una patina invisibile, che se non lavata correttamente, a lungo andare resta indelebile.
Per un’adeguata manutenzione della macchina da caffè in completa sicurezza, è consigliato staccare la spina e assicurarsi che la macchina sia a temperatura ambiente; rimuovere poi il filtro anticalcare, il serbatoio e le altre componenti smontabili, che possono essere lavate con acqua e un detergente sgrassante, l’importante è che non sia aggressivo. Un’alternativa è rappresentata anche da un semplice sapone delicato come quello per i piatti, o una soluzione composta da acqua calda e aceto. È fondamentale poi sciacquarle sotto acqua corrente, pulirle con una spazzola delicata a setole morbide e lasciarle asciugare completamente con un panno pulito prima di rimettere in funzione la macchinetta, affinché si assorba tutta l’umidità in eccesso.

 

Ricorda di eseguire una pulizia periodica completa e precisa della macchina da caffè, affinché possa assicurare un valido e corretto funzionamento nel corso del tempo. Non ci resta che augurarvi buon caffè!

 

Ti potrebbe interessare anche: “Cialde ESE: cosa sono, vantaggi e dove comprarle